I miei consigli per la prima volta a Parigi

IMG_0005
Per prima cosa vorrei dirvi che ho sperimentato l’appartamento e questo per due motivi principali:
1. volevo immedesimarmi il più possibile nella vita parigina e nei suoi abitanti;
2. avere a disposizione un angolo cottura mi tranquillizzava: all’occorrenza avrei potuto cucinare senza glutine.
L’idea non è stata male e credo che la ripeterò.
Ho viaggiato con il TGV che in 7 ore, senza cambi, da Milano, arriva a Parigi e permette di ammirare paesaggi suggestivi, ad esempio quando si attraversano le Alpi.
Per Parigi mi sono spostata a piedi, in metro (acquistando i carnet da 10 biglietti) e con le “Velib”, vale a dire il sistema di noleggio bici sparso in tutta la città.
Per evitare interminabili code, acquistate online i biglietti per la Tour Eiffel, il Musée d’Orsay e il Louvre.

Mangiare senza glutine
A Parigi è difficile trovare ristoranti, come invece accade in Italia, che cucinino appositamente piatti senza glutine, ma tutti capiscono quando chiedete qualcosa “sans gluten, sans farine”.
Addirittura, nella catena di bar trendy “Cojean” che serve pasti biologici, troverete tanti prodotti con la spiga sbarrata, dalle insalate ai dolcetti. Per un pranzo economico e veloce. Wifi gratuito.
image
La carne nelle varie brasserie è deliziosa. Per gli amanti di quella cruda, ordinate la tartare con uovo crudo: una delizia per il palato!
Vi segnalo un locale del 1903 che ha fatto la storia di Parigi, “Angelina” in Rue de Rivoli 226. La loro specialità è la cioccolata con cacao africano, che guarda caso è … senza glutine!!
Altra chicca parigina è la gelateria “Berthillon” sull’Ile Saint-Louis in Rue St. Louis en l’Ile, 31.
Sempre sulla stessa isola, il Cafè Saint-Regis, storico eppure di tendenza. È un ritrovo amabilmente parigino a ogni ora del giorno. Wifi gratuito.
E se siete nei musei o nei grandi magazzini, per lo shopping, fermatevi per una pausa rilassante nei vari “cafè” e bistrot al loro interno: so cool.

Cose da non perdere

Bateau Mouche e Tour Eiffel
IMG_0029
IMG_0045
In primavera e in estate, vi consiglio di imbarcarvi al tramonto al Pont de l’Alma. Le giornate sono più lunghe rispetto all’Italia, non farà caldo e la luce permetterà di scattare foto stupende.
Poi, salite sulla Tour Eiffel, godetevi lo spettacolo delle lucine che ogni ora per 5 minuti la illuminano e ammirate la città che cambia colore al calar della sera.
image

Jardin du Luxembourg
IMG_0036
IMG_0033
Comprate l’occorrente per il picnic a La Grande Epicerie Paris in Rue Sevres e dirigetevi a piedi in questo magnifico giardino, dove potrete stendervi, però, solo in un piccolo fazzoletto di prato nell’ala sud.

Jardin des Tuileries
IMG_0066
IMG_0073
Adiacente a Place de la Concorde. Rilassatevi nelle comode sedie in ferro battuto verde che troverete all’interno dei parchi.

Louvre eterno ed immortale
image
image
Ve lo consiglio il mercoledì (chiude alle 21.30) verso le 18 per un tour di circa 3 ore che permette di vedere le opere maggiori senza folla e senza fare code! Portate la macchina fotografica perchè è concesso fare foto.
Meritano gli appartamenti di Napoleone III.
Uscite dall’ala Denon, salite la grande scala che vi troverete davanti e sarete all’esterno per ammirare la piramide.
Per cena, se volete spendere poco, andate all’Ace Gourmet Bento in Rue Therese 18, buffet coreano consigliato dalla guida Lonely Planet: il pollo teriyaki va a ruba.
image

Musée d’Orsay
image
Presenta la collezione di quadri impressionisti più ricca al mondo.
Il giorno meno frequentato è il mercoledì.
Non è possibile utilizzare la macchina fotografica.

Montmartre e Basilique du Sacré-Coeur
IMG_0145
Mi ricorda un quartiere provenzale. Carino.

Arco di Trionfo
Insieme alla Tour Eiffel è il simbolo di Parigi.

Le Isole
IMG_0201
Secondo me l’angolo più romantico di Parigi è l’area che si estende fra il Pont Saint-Louis e il Pont Louis-Philippe: comprate l’occorrente per un picnic e una buona bottiglia di vino, trovate un posticino dove sedervi e cenate a bordo Senna.
Non perdetevi una vista al Notre-Dame, alla Sainte-Chapelle e alla Conciergerie.

Shopping: Magazins Printemps e Lafayette
image
Se avete poco tempo, qualche giorno per intenderci, non perdete tempo alla ricerca delle varie boutique sparse per tutta Parigi! In questi due grandi magazzini e nelle vie adiacenti troverete tutto, ma veramente tutto, quello che cercate: abbigliamento, valigeria, borse, specialitá alimentari, bistrot, souvenir, cafè, take away, profumerie, gioielli, orologi, cartoleria, ecc.
In più, nelle vie adiacenti, ci sono tante altre catene famose (Zara, h&m, Etam, Sephora, Mango, ecc).
Se ci andate nel periodo dei saldi farete delle ottime occasioni. Io ad esempio ho trovato la borsa di Marc Jacobs, che desideravo da tempo, scontata del 30%!!
Non perdetevi la vista dalle terrazze all’ultimo piano di entrambi i magazzini: lo sguardo spazia dalla Tour Eiffel a Montmartre, cosa chiedere di più?

2 pensieri su “I miei consigli per la prima volta a Parigi

  1. Bellissimo post! Posti ed esperienze vissute sin dalla prima volta a Parigi…io mi sono fatta delle settimane intere, affittando un appartamento e vivendo anche la vita notturna della città! Consiglio per la prossima volta un concerto jazz nella zona di rue san denis e rue de lombards!
    Oltre alle passeggiate infinite senza meta…
    A presto, Ari

    • Grazie Ari!
      Avrei potuto scrivere fiumi di parole su questa città.
      E si, l’appartamento ti introduce alla vita parigina, come nessuna altra sistemazione riesce a fare.
      Il jazz era nei miei programmi. Purtroppo non ho fatto in tempo, ma segno il tuo consiglio per la prossima volta.
      Ciao!
      Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...